il viaggio in treno

eccoci all’ennesimo viaggio in treno.

è una mattina grigia e fredda di novembre e mi preparo al primo viaggio rimini-roma.

Alla biglietteria chiedo il treno via falconara, e mi guardano come se avessi chiesto di passare da bergamo per arrivare a Roma.

Trenitalia favorisce i treni con cambio a Bologna per ovvi motivi. Sono le frecce multicolore.

Alla biglietteria la tizia mi dice che non posso prendere il treno per Falconara, e io le chiedo come sia possibile vietarmi di salire su un treno. lei mi dice che è assurdo passare da falconara. io le dico che per me invece è assurdo pagare 90 euro per la loro freccia. lei mi dice “no.non posso stamparle il biglietto” e io le dico “vado alla macchinetta e lo stampo da sola”. La macchinetta è molto più disponibile della signorina alla biglietteria.

Mi stampa il mio biglietto e mi ringrazia anche.

Il regionale delle 10 è pieno di gente strana, ma ieri notte non ho dormito quindi decido di riposarmi un po’ e non scrutare la gente per una volta.

Purtroppo oggi è capitato quello che speri non succeda mai quando sali su un treno e hai voglia di dormire: il gruppo di donne in gita a Roma.

Le donne che vanno in gita a Roma sono euforiche come un gruppo di ultras alla partita.

Salgono sul treno e iniziano ad occupare sedili con le borse dei panini, le borsette, le borse vuote da riempire con i souvenir, le borse con le giacche e le borse con le guide di Roma.

Fanno spostare mezzo vagone per avere 6posti vicini e fanno un minuto di silenzio in onore di questa giornata all’insegna della libertà.

Sono pervase da un senso di ribellione proprio come i tredicenni che fanno buco per la prima volta a scuola.

Iniziano a insultare i rispettivi mariti e figli.

“ah. lui non fa mica niente, devo pensare io a tutto” “ah dillo a me. con mio figlio, poi, non so più cosa fare. pensa che ieri è tornato a casa alle 4” “ah il mio alle 5” “ah la mia alle 6”

silenzio.

coro: “alle seiiiii????” eccetera eccetera.

Suona il primo telefono. Le donne in gita a Roma tengono la suoneria allo stesso volume della chitarra di kevin shields al concerto dei my bloody valentine.

è uno dei mariti. si è fatto prendere dal panico perché si è dimenticato di portare il bambino a scuola e non riesce ad accendere il microonde per scongelare le fettine di pollo per il pranzo.

La donna si arrabbia un po’.

Poi chiude il telefono con arroganza.

applauso delle altre donne.

la donna ribelle si alza in piedi e grida “guardate come si fa!” poi prende il telefono, si mette gli occhiali appesi al collo con una catenina, cerca il tasto rosso allontanando il telefono a circa 80 cm dai suoi occhi, e un’ orchestra sinfonica annuncia che ha addirittura spento il telefono.

scatta l’ ovazione.

accantono l’idea di dormire. provo con le auricolari. ma urlano troppo forte. non mi resta che ascoltare.

il signor trenitalia annuncia l’arrivo a  cattolicasangiovannigabicce. spero per un attimo che scendano qui.

illusa.

in compenso salgono un gruppo di ragazzette con lo stucco al posto del fondotinta e dell’acrilico sugli occhi a mò di ombretto.

Queste sono quelle che fanno buco a scuola e vanno a Pesaro.

Ai miei tempi si andava a Bologna. Alla montagnola. il mercato dove trovavi di tutto ma tanto andavi senza un soldo.

Ora si va a Pesaro.

Io capisco che pesaro è la nuova fucina artistico-musicale dell’Emilia Romagna.

Capisco che da Pesaro escano tanti gruppi col batterista che suona in piedi e il chitarrista anoressico e col ciuffo molto hipster, ma io mi chiedo. cosa c’è a Pesaro alle 11 del lunedì mattina..?

forse dovrei chiederglielo. Ma non ho lo stucco in faccia, quindi penso mi guarderebbero piuttosto male.

A falconara marittima la signorina trenitalia parla con le iniziali mozzate come al solito: “‘conara marittima. ‘zione di falconara marittima”

poverina. chissà cosa le è successo. è chissà se conosce il signor trenitalia. quello di cattolicasangiovannigabicce.

“ciao sono il signor trenitalia. vieni con me a cattolicasangiovanigabicce?”

“‘cordatelo. ‘conara marittima è bella ‘n bel po’.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...